«Da giovane ero talmente povero che un giorno dovetti vendere il mio amato cane.
Eravamo entrambi molto magri, vivevamo in una topaia a pochi metri da una fermata della metropolitana.
Ricordo che c’erano scarafaggi ovunque e che non c’era molto da fare per passare il tempo. Così decisi di iniziare a studiare da sceneggiatore. E fu proprio allora che mi venne in mente l’idea di Rocky. Purtroppo però, poco dopo le cose peggiorarono ulteriormente e fui costretto a vendere il mio amico a quattro zampe per 37$, poiché non avevo soldi per comprarmi da mangiare.
E fu allora che, quasi come un miracolo, la sceneggiatura di Rocky venne venduta e riuscì a riprendermi il mio ‘Butkus’!
Naturalmente il suo nuovo padrone sapeva che ero disperato per la sua perdita e me lo fece pagare ben 14 mila dollari, ma senza alcun dubbio li valse sino all’ultimo centesimo.»

Sylvester Stallone