UFC229: La Notte dei Record 


Oltre ad esser ricordata per gli ormai celebri fatti accaduti al termine del match, quella di sabato passerà alla storia per altri 2 motivi: 


1) Ufc229 ha registrato l'incredibile numero di 2.400.000 di utenti in Pay-Per-View, infrangendo ogni precedente record nella storia delle arti marziali miste e divenendo l'evento di MMA più venduto in PPV. Prima di sabato, il record era detenuto da UFC202 Diaz vs McGregor II con 1.600.000 di PPV, mentre il pugilato detiene ancora il primato assoluto, con Mayweather vs Pacquiao al primo posto (4.400.000 di PPV) e a seguire Mayweather vs McGregor (4.300.000 di PPV). 


2) Conor McGregor ha riportato a casa la più alta borsa mai presa da un atleta in un match di MMA, con un totale complessivo di oltre 50 milioni di dollari (3 milioni di ingaggio più % sulle PPV), puntando così di diritto, in caso di un altro match a breve, al nuovo primato della classica Forbes degli atleti più pagati dell'anno (la precedente classifica lo vedeva al quarto posto, preceduto da Cristiano Ronaldo, 108 milioni, Leon Messi 111 milioni e Floyd Mayweather in cima con 285 milioni di dollari). Khabib Nurmagomedov ha ottenuto invece un ingaggio di 2 milioni di dollari, che però ricordiamo è stato temporaneamente bloccato dalla Commissione Altetica del Nevada, in attesa di giudizio definitivo su quanto accaduto. 


Queste le parole di Conor: "Per un artista marziale guadagnare 50 milioni in un incontro di MMA è un qualcosa di assolutamente straordinario, e di questo devo ringraziare il mio Management, Dana White, i nuovi proprietari della UFC e i fratelli Fertitta per avermi fatto da scuola in questo gioco. Quando ho combattuto la prima volta con Nate Diaz, nel 2016, la mia borsa era di 20 mila dollari, con un ulteriore bonus di altri 20 mila in caso di vittoria. Il gioco ormai si è spinto a livelli così alti, e così velocemente, che stiamo ancora cercando tutti di provare a tenere il passo. E' una grande opportunità esser coinvolti in questo sport in questo momento, per me, per gli altri atleti, per i promoter, per i fans e per tutte le altre persone che ne fanno parte. Dobbiamo cercare di godere al massimo di queste opportunità.


A cura di:

Fight Clubbing | Palestra Pescara