Jorge Masvidal risponde alle critiche ricevute sul web per i colpi messi a segno dopo la violentissima ginocchiata con cui sabato notte ha messo al tappeto Ben Askren, in appena 5 secondi, durante UFC239:

«Non posso giocare con il mio lavoro. I colpi che ho inferto a Ben Askren dopo la ginocchiata erano assolutamente necessari. L’arbitro non era ancora intervenuto. Non vi è piaciuto? Non guardate le MMA. Tornate a seguire il calcio. Quando vorrete violenza pura, saprete chi chiamare.

Per quanto riguarda Askren, come tanti altri atleti, prima di combattere dice un mucchio di stron**te. Ma davvero credono che insultare un avversario, la sua religione o la sua famiglia possa esser figo? Mi sta bene che abbiate criticato la mia esultanza, ma io gli ho semplicemente ricordato che gente come lui non dovrebbe aprire la bocca quando incontra persone come me, perché poi gliela fanno pagare cara.
E non è finita di certo qui: se lo incontrerò per strada, lo prenderò a schiaffi».