Caro Maurizio, 
È passato già un anno da quando non ci sei più. 12 mesi e 365 interminabili giorni, che senza di te sono sembrati davvero un’eternità. 
Siamo ancora qui, dove ci hai lasciati e come ben saprai non possiamo far a meno di ricordarti ogni giorno e provarti a rivivere attraverso ognuno dei tuoi ragazzi. 
Sì, proprio loro, i tuoi giovani grandi guerrieri, forgiati nel corpo e nella mente, a tua immagine e somiglianza. Ognuno con un qualcosa che ti appartiene: chi la testa, chi il cuore, chi la forza, chi la tecnica, chi la tenacia, chi la caparbietà, chi la testardaggine. Tanti piccoli grandi pregi, che facevano di te il grande Maestro che eri diventato, che molti invidiavano e che un giorno tutti i tuoi fedelissimi atleti spero vorranno diventare. 
Qualcuno si è perso lungo la strada: c’è chi ha provato a metter zizzania, chi è andato è via, chi ti ha voltato le spalle e chi addirittura ha creato un proprio Team. Ma stai sereno, il Team D’Aloia vive più che mai, forte e vincente come sempre, e continuerà a splendere e trionfare fino a che il tuo ricordo continuerà a vivere dentro ognuno di noi, affinché un giorno anche il piccolo Francesco possa seguire le orme del suo grande Papà, o provare a ricordare la grande persona che eri. 
Come ti dicevo poco fa, qualcuno è andato via, provando per un attimo a intaccare quel sogno straordinario che avevamo creato, ma per fortuna molti altri son venuti, lasciandosi presto contagiare da quella straordinaria magia ed armonia che era solita riempire le sale, e che oggi si è finalmente tornata a respirare. 
La palestra continua a crescere, la tua famiglia ti vuole un gran bene, i tuoi amici sono rimasti sempre al nostro fianco, Io e Fabio proviamo a far funzionare al meglio le cose, Paola veglia continuamente sui ragazzi affinché tutto proceda per il meglio, e il piccolo Francesco continua a crescere a vista d’occhio, forte come il papà. 
Ah, giusto per non farci mancare nulla, abbiamo preso a bordo la tua giovane nipotina Antonella, e ora ci tocca sopportarla tutti i giorni :)
A proposito, ancora una volta mi trovo a doverti dire che alla fine avevi ragione tu. Eh si, abbiamo finalmente trovare la forza di cambiare Federazione, e devo dirti che tutti quei soprusi e quelle ingiustizie che detestavi e che tanto ti facevano arrabbiare, ora finalmente non ci sono più. Le maschere sono cadute e molte persone si sono rivelate per ciò che erano realmente, così come del resto tu avevi già intuito da tempo. Mi spiace solo tu non possa esser al nostro fianco per goderti anche queste vittorie, ma sono certo che ad ogni allenamento, ad ogni match e ad ogni evento, tu sei lì con noi, ci osservi e ci infondi la forza per superare ogni nuova avventura. 
Pensa che di te mi mancano persino quelle litigate che facevamo di tanto in tanto e che poi puntualmente ci spingevano ad andare oltre i nostri limiti e a buttar giù nuove idee, per poi tornare il giorno dopo puntualmente in palestra con il sorriso, più carichi e motivati che mai. 
Tra l’altro non so se lo hai visto da lassù, ma il tuo Memorial è stato un successo stellare: abbiamo battuto ogni record piazzandoci al primo posto tra le promotion italiane e quest’anno vogliamo provare addirittura a superarci, affinché il tuo nome possa continuare a riecheggiare nell’eternità. 
Prima di salutarti volevo dirti che a breve nascerà Sagi Jr! Stai tranquillo, so cosa starai pensando e anche se avrei voluto, non si chiamerà così. Sai meglio di me che Alessia non me lo permetterebbe -_-‘ Sono certo che starai sorridendo e saresti felicissimo di poterlo conoscere. 

Ora però si è fatto tardi e devo proprio lasciarti. Le cose da fare qui in palestra sono sempre tantissime e come ben sai il tempo purtroppo continua a non bastare mai. 

Ciao amico mio ❤️
Andrea Sagi


“Se mai si racconterà la mia storia, si dica che ho vissuto al tempo di Maurizio D’Aloia”.

‘23/09/1974 - 05/02/2019’