Tyson Fury, il cattivo del ring, è pronto a fare il suo grande ritorno, sabato 1 dicembre a Los Angeles, dove il pugile britannico affronterà l'altro "cattivo" del ring, Deontay Wilder, per il titolo del mondo dei pesi massimi WBC. Questa volta, però, la posta in palio è molto più alta del solito: Tyson ha infatti annunciato che al termine dell'incontro, devolverà 9 milioni di euro in beneficienza, equivalenti all'intero ricavato della sua borsa, senza dunque tener nessun compenso per sè. L'importo verrà destinato ai poveri e alla costruzione di abitazione per i senza tetto.

"Sono un pugile, non sono un uomo d'affari. Non ho nessun interesse a vivere da milionario, e anche i miei 4 figli (a breve 5), dovranno pensare a costruire il proprio futuro da sè, senza cullarsi troppo di ciò che potrò lasciargli io."

206 centimetri di altezza per 116 kg, 27 match disputati in carriera e 27 vittorie, di cui 19 KO, ex campione del mondo dei pesi massimi WBA, WBO, IBO e The Ring. Una vita fatta di alti e bassi, in cui è passato velocemente dalla gloria agli inferi, nel giro di pochissimo tempo.

L'ultima volta in cui salì sul ring per il mondiale, fu contro Vladimir Klitschko il 28 novembre 2015, per i titoli WBA, WBO e IBF, vinti con verdetto unanime. Dopo quel match 3 anni di buio totale sino al suo rientro lo scorso giugno contro Sefer Seferi e ad agosto contro Francesco Pianeta. 

Cause dell'allontanamento dal ring nei 3 anni, furono la doppia squalifica per doping per uso di cocaina e nandrolone, l'abuso di droghe di cui divenne dipendente, i gravi problemi di obesità, sino ad una brutta depressione che lo portò a pensare al suicidio in più circostanze.

Oggi Tyson ha ritrovato un'ottima forma fisica (riuscendo a perdere oltre 65 kg) e una grande voglia di combattere, mostrandosi totalmente rinnovato persino nell'animo e, anche se in molti lo danno per sfavorito contro il forte Deontay Wilder, lui sembra esser convinto di potercela fare e rilancia con il voler devolvere l'intero incasso in beneficienza.

Nel mentre, il campione Anthony Joshua, probabile prossimo avversario del vincitore del match tra i 2, lancia il suo pronostico: 

"Spero che Deontay Wilder batta Tyson Fury. Se dovesse perdere, Wilder avrebbe poi diritto alla rivincita e questo allontanerebbe la mia prospettiva di combattere per il titolo WBC".