Clemente Russo vince ma...non convince!

Pioggia di critiche sul web per il pugile di Marcianise che nel weekend ha conquistato ad Avellino l’ottavo titolo italiano élite ai Campionat iItaliani Assoluti, vincendo ai punti contro il campione uscente dei SuperMassimi Matteo Girolamo.

Alla soglia dei 39 anni, Tatanka si ritrova così in corsa per raggiungere la qualificazione per le prossime #Olimpiadi di Tokyo, coronando il suo sogno di partecipare alla quinta olimpiade e registrare il record assoluto di partecipazioni mai ottenuto da nessun pugile.

Queste le parole di Russo:

«Dedico questa vittoria e il titolo italiano a mio padre che oggi compie 71 anni. Ero convinto di potercela fare e quando si va sul ring tranquilli la medaglia arriva sempre, l’età per me non è un problema. Da questo match per il titolo italiano fino a giugno, quindi cinque mesi, ci saranno tornei internazionali dove troverò ancora di più la forma giusta, e poi sparerò tutte le mie cartucce a Parigi: a Tokyo voglio proprio andarci.
Grazie di vero cuore a tutte le persone che mi vogliono bene, che credono in me e tifano per me… Ma un grazie ancor più grande va a tutti i gufi malelingue che ogni giorno mi danno la forza di andare avanti e fargli chiudere il becco!»